Bernardo Mattarella (1905 - 1971)

Nacque nel 1905 e morì a Roma il 5 marzo 1971.
Figlio di Santi e di Caterina Di Falco, appartenenti a modeste famiglie di pescatori, giovane si laureò in giurisprudenza e nell'ultimo decennio del fascismo visse a Palermo e a Monreale, un pò dimenticato.
II suo nome incominciò ad avere risonanza, prima nazionale e poi locale, allo sbarco in Sicilia degli Alleati, quando partecipò a Roma alla nascita della Democrazia Cristiana.
Nel primo e nel secondo governo Bonomi (1944-45) fu nominato Sottosegretario alla Pubblica Istruzione. Per l'elezione dell'Assemblea Costituente, il 2 giugno 1946, candidato, per la D.C., nella Circoscrizione della Sicilia Occidentale, fu il secondo eletto con 38.674 preferenze.

II 18 aprile 1948, in quelle elezioni politiche che diedero la maggioranza assoluta alla Democrazia Cristiana, con 305 deputati, a seguito di una campagna elettorale stressante, il Mattarella fu eletto, come prima e come lo sarà fino all'ultimo, nello stesso collegio, secondo ancora una volta e con 76.736 preferenze.
Nel settimo Governo De Gasperi fu nominato sottosegretario ai Trasporti, riprendendo così la sua carriera governativa. Sempre secondo eletto alle politiche del 5 giugno 1952, in quelle elezioni dette degli oppositori 'della legge truffa', per il premio che la nuova legge elettorale prevedeva per i partiti di maggioranza o collegati, conseguì 159.075 voti di preferenza, ma optò per il C.U.N. (Coliegio Unico Nazionale), permettendo così l'elezione a deputato dell'agrigentino Luigi Giglia. Costituitosi l'ottavo governo De Gasperi, ebbe affidato il Ministero della Marina Mercantile (16 luglio 1953). Dopo 31 giorni, caduto il Gabinetto De Gasperi e costituitosi, il 17 agosto 1953, il governo Pella, ebbe l'incarico di Ministro dei Trasporti, che mantenne anche nel successivo governo Fanfani che, formato il 18 gennaio 1954, cadde il 10 febbraio 1954, a seguito del voto di sfiducia della Camera (303 NO contro 260 SI e 12 astenuti).

Nel successivo governo, costituito dal siciliano Mario Scelba, il nostro ebbe riaffidato lo stesso Ministero. II 6 luglio 1955 nacque il primo governo Segni e Mattarella dai Trasporti passò al Commercio con L'Estero. L'On. Adone Zoli, costituito il suo governo il 18 maggio 1957, lo volle Ministro delle Poste e Telecomunicazioni. Svoltesi le elezioni politiche per il rinnovamento del Parlamento il 25 maggio 1958, é risultato primo eletto con 120.757 voti di preferenza. Dopo essere rimasto fuori dalla compagine governativa in ben quattro governi della legislatura (2° Fanfani, 2° Segni, Tambroni e 3° Fanfani), il 21 febbraio 1962 ritorna ai Trasporti nel 4° ministero Fanfani. Nel giugno 1963 vìene rieletto primo con 101.642 preferenze e, formatosi il 2° governo Leone (il cosiddetto balneare) che dura dal 21 giugno al 4 dicembre 1963, viene nominato Ministro per l'Agricoltura e Foreste. Nel secondo governo della legislatura (1° Moro), il 5 dicembre 1963, ritorna al Ministero del Commercio con l'Estero, che mantiene anche nel successivo secondo governo dell'On. Aldo Moro e che dura abbastanza, fino al 23 febbraio 1966. Nelle politiche del 1968, a meno di tre anni dalla morte, viene rieletto, ma al 7° posto e con un calo di preferenze, scese a 70.698. Già da alcuni anni la sua figura politica era in decadenza, e per l'abbandono di alcuni capi elettori della provincia e per il sorgere di forze nuove nel seno della D.C. isolana e provinciale, dove i Gioia, i Giglio, i Sinesio ed i Mannino, facevano man bassa di voti. Anche a Castellammare calarono le preferenze, in quanto molti dei piccoli notabili paesani appoggiavano altri candidati al Collegio. Dagli avversari fu accanitamente combattuto.