Famiglie Nobili

   
Accorambono
Aceto
Acono
Acquaviva
Acquino o Aquino
Acugna
Adamo
Ademari
Ademonia
Adinolfi
Adonnino
Adragna
Afflitto
Agaldi o Ingaldi
Agari
Agello o Ajello
Ages
Agnello
Agnon
Agon
Agostino
Agramonte
Agraz
Agrigento o Girgenti
Aidone
Airoldi
Ajala
Ajedo
Ajello
Ajutamicristo
Ajuto
Ala
Alagona
Alaimo
Alatrini
Albamonte
Albanelli
Albanes
Albanese
Albaneto
Albani
Albergaria
Alberti
Albirolo
Alborez
Alborone
Albricio
Albuzio
Alcono
Alcorace
Aldemondo
Aldemondo
Alderisio
Aldisio
Aldobrandini
Aledo
Alessandrano
Alessandro
Alessio
Alevandro
Alfiere
Alfonso
Algaria
Alias
Alibrio
Alifi o Galifi
Allegra o Gallegra
Allegra di Palermo
Alliata
Almeida
Aloqui
Aloi
Aloisio
Alotto
Alpucche
Altacima
Altantedesco
Altaripa
Altavilla
Altieri
Altissima
Alù o Alò
Alvarez De Toledo
Alveri
Alviani
Alzanello
Amarelli
Amari
Amarighi
Amato
Amato di Sciacca
Ambo
Amdua
Amelina o Armelina
Amfuso
Amico
Amico Paternò
Amidei o Amodeo
Amidei o Omodeo
Amore
Ancisa
Andrada
Andrea
Anfossi
Angelica
Angelini
Angelo
Angles
Anglesola
Angotta
Angullo
Anicito
Aniva
Anorea
Ansaldi
Ansaldi di Messina
Ansaldi di Palermo
Ansalone
Anselmo
Ansidea
Antiochia
Anzalone
Anzio
Apilia
Aponte
Aprile
Aprile di Caltagirone
Aprile di Palermo
Apruzzo
Apulia
Aquilone
Arada
Aragona
Arana
Arango
Arata
Arbea
Arborio
Arcabascio
Arcangelo
Arceri
Arces
Ardizzone
Ardoino
Arena di Messina
Arena di Palermo
Arenaprimo
Arezzo
Argento
Argenvillieri
Argomento
Aristippo
Arloco
Armaleo
Armenia di Lentini
Armenia di Messina
Arolde
Arone
Arone di Sciacca
Arrac
Arrigo
Arsini
Artale
Arte
Artegua
Artesio
Ascenso
Ascoli
Asmundo
Asmundo Paternò
Assale
Assieni
Astaria
Astuto
Atanasio
Atenasio
Auria
Avalas o Avalos


 


Delle Famiglie Nobili di Sicilia

iscritte nel Libro d'Oro della Nobiltà Italiana e nell'Elenco Nobiliare Siciliano

ALVAREZ DE TOLEDO

Dimora: Spagna e Napoli Blasone

Col titolo di Duca di Bivona nel 1894 e di Patrizio Napolitano fu riconosciuto Giuseppe Ignazio , di Giuseppe Maria, di Francesco. Figlio: Tristano. Coi titoli di Duca di Ferrandina , nel 1907, Duca di Montalto nel 1894, Conte di Adernò , Conte di Caltabellotta Conte di Collesano Signore delle Due Petralie e Principe di Montalbano fu riconosciuto Gioacchino, di Giuseppe, di Pietro. Figli: Gioacchino, Maria Teresa, Giuseppe e Maria del Rosario. Fratello: Ildefonso. Col titolo di Conte di Sclafani fu riconosciuto nel 1890 Federico, d'Ignazio, di Francesco Borgia, Patrizio Napolitano.

Arma: scaccato di otto punti di azzurri equipollenti a sette d'argento
Famiglia spagnuola che ha goduto nobiltà anche in Sicilia
Libro d'Oro della Nobiltà Italiana

AMARI

Dimora: Palermo Blasone

Col titolo di Conte di Sant'Adriano fu riconosciuto, nel 1913, Gabriele Maria, di Luigi, di Gabriele. Sono iscritti i figli Maria Teresa, Emanuele, Luigi, Dorotea, Orazio ed Adriana;i fratelli Teresa,Maria,Luisa e Antonino. Col titolo di Nobile dei Conti di S. Adriano furono riconosciuti nel 1876 Antonino, di Gabriele, di Salvatore,ed il fratello Giuseppe, nonché iscritti l'altro fratello Emerico coi figli Gabriele e Teresa, e i figli di quest'ultimo: Emerico, Giuseppe e Salvatore.

Arma: d'argento, alla sirena al naturale, posta sopra un mare d'azzurro movente dalla punta, col capo dello stesso, caricato da una stella d'oro
Famiglia originaria di Trapani sin dallo scorcio del secolo XIV
Libro d'Oro della Nobiltà Italiana

AMICO PATERNÒ

Dimora: Catania Blasone

Al 1902 fu concesso il titolo di Conte a Giovanni, di Vito, di Giovanni. Figlio: Vito.

Arma: d'oro, alla banda d'azzurro sostenente uno sparviero al naturale, passante sulla medesima.
Alias: inquartato: nel 1° e 4° come sopra (Amico); nel 2° e 3° d'oro a quattro pali di rosso colla banda d'azzurro attraversante (Paternò)
Vedi le famiglie Amico e Paternò
Libro d'Oro della Nobiltà Italiana

ANSALDI

Dimora: Nicosia Blasone

Col titolo di Nobile dei Baroni di S. Antonino fu riconosciuto nel 1902 Ferdinando, di Giacinto, di Giuseppe

Arma: di azzurro, al destrocherio d' argento, impugnante un giglio d' oro, e la campagna di argento, con tre rose unite col fusto in alto.
Famiglia del secolo XVI, che è forse una diramazione dell'omonima famiglia di origine lombarda fiorente in Messina sin dal secolo XIII
Libro d'Oro della Nobiltà Italiana

ANZALONE (ANSALONE)

Dimora: Catania Blasone

Col titolo di Barone di Recalcaccia e Spinagallo fu riconosciuto nel 1898 Nicola, di Francesco, di Nicola. Sono iscritte le figlie Carmela e Maria

Arma: di azzurro, a tre gemelle d oro poste in banda. Cimiero: un cane uscente d argento, collarinato di un collare d oro bordato e armato di punte dello stesso.
Famiglia che vuolsi di origine normanna e che era feudataria sin dal secolo XIII
Libro d'Oro della Nobiltà Italiana

APRILE

Dimora: Caltagirone Blasone

Col titolo di Barone di Gimia o (Cimia) Soprana e qual discendente da Vincenzo (1788) è iscritto Vincenzo, di Giacomo, di Pietro. Fratelli: Salvatore, Antonia e Maria

Arma: d argento, alla fascia di rosso, accompagnata da tre rose del secondo, e situate due in capo ed una in punta
Famiglia di Caltagirone sin dal secolo XVII
Elenco Nobiliare Siciliano

ARBORIO

Dimora: Torino Blasone

Col titolo di Barone di S. Agata alla Motta oltre ai titoli piemontesi, fu iscrittó Mercurino-Francesco, Mercurino-Dionigi, di Francesco. Zio: Carlo.

Arma: d'azzurro alla croce di S. Andrea ancorata d'argento, accantonata da quattro gigli d'oro, al capo dello stesso caricato da un aquila di nero, coronata all'imperiale. Cimiero: un Ercole al naturale, tenente una clava d'oro e cinto d'una pelle di leone. Divisa: AUT VINCENDUM AUT MORIENDUM.
Famiglia vercellese che possedeva il detto titolo siciliano nella 2a metà del sec. XVIII.
Elenco Nobiliare Siciliano


Clicca per la pagina precedente ! Clicca per continuare ! Clicca per la pagina successiva !







© Castellammare del Golfo Online & Elimo's Valley Network - 2000 - 2001. Tutti i diritti riservati.
 
Famiglie Nobili   famiglie nobili siciliane

Castelli di Sicilia | Aramis Network | Calatafimi Segesta Online
Web Project by Architetto Camillo Galante

La Valle degli Elimi C/da Gagliardetta 69/A - 91014 Castellammare del Golfo (TP)
E-mail:webmaster@castellammareonline.it